Legami violenti. L’intervento con gli autori di violenza domestica

ALTA FORMAZIONE INSERITA NEL PROGETTO

Premessa

La violenza domestica, secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità è la più importante preoccupazione per la salute e i diritti delle persone coinvolte, e determina gravi conseguenze a breve e lungo termine, con conseguenti frequenti accessi al sistema sanitario (Responding to intimate partner violence and sexual violence against women, OMS 2013). Questi dati confermano che la soluzione non può essere la sola repressione. E’ necessario che tutti siano messi nelle condizioni di cambiare, di migliorare, di uscire dalla loro condizione: sia le vittime sia gli autori delle violenze.

Se programmi e strutture per aiutare le vittime di violenza sono abbastanza diffusi sul territorio nazionale e regionale, storicamente sono sempre stati molti meno gli interventi con gli autori. Negli ultimi anni si stanno però sperimentando nuovi protocolli di intervento che partono da una diversa lettura della violenza che tenga maggiormente in considerazione le dimensioni sociali, culturali e relazionali, per arrivare a definire prospettive di intervento in grado di accogliere la complessità della casistica.

Obiettivi formativi

Rileggere il fenomeno della violenza domestica da un punto di vista relazionale, per comprenderne i meccanismi che la innescano e le conseguenze sull’intero sistema familiare.

Analizzare l’insieme dei progetti di intervento per autori di violenze sia a livello internazionale che nazionale, per poi concentrarci sull’esperienza del Centro per il Bambino e la Famiglia di Bergamo che dal 2019 offre un protocollo d’intervento di questo tipo.

Docente

Dott. Paolo Scotti, psicologo e mediatore familiare, dal 1995 lavora al Centro per il Bambino e la Famiglia, struttura dell’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo che offre servizi specialistici in situazioni di violenza, abusi sui minori ed elevata conflittualità. Supervisore e formatore per enti pubblici e privati, nel 2016 ha fondato, insieme ad altri colleghi, MEDEFitalia Mediatori della Famiglia – Italia, associazione nazionale di professionisti della mediazione familiare, di cui è il Presidente.

Contenuti:

  • 1 Incontro:
    Il contesto relazionale e sociale della violenza: una lettura socioculturale del fenomeno e delle cause degli agiti violenti
  • 2 Incontro:
    I fenomeni emergenti e la necessità di un cambio di paradigma negli interventi
  • 3 Incontro:
    Gli interventi con gli autori: non solo padri violenti
    Analisi di casi concreti

Durata del corso e N° di edizioni

  • 3 edizioni di 3 incontri di 3 ore l’uno
  • Giornata formazione: venerdì pomeriggio 14.00-17.00

Calendario incontri

1 Edizione

  1. Incontro 20 gennaio,
  2. Incontro 10 febbraio
  3. Incontro 24 febbraio 2023

2 Edizione

  1. Incontro 16 giugno,
  2. Incontro 7 luglio
  3. Incontro 14 luglio 2023

3 Edizione

  1. Incontro 6 ottobre 2023
  2. Incontro 20 ottobre 2023
  3. Incontro 10 novembre 2023

MODALITA’ DI EROGAZIONE:
Online, tramite piattaforma Zoom.
Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

ISCRIZIONI E ULTERIORI INFORMAZIONI

 

Written by: Paolo