Ammissione Soci

Procedura per associarsi

A) Ammissione tramite Commissione d’esame istituita da MEDEFitalia

Il candidato socio deve presentare una domanda d’ammissione (da scaricarecompilare e inviare via mail a segreteria@mediatoridellafamiglia.it) corredata da adeguata documentazione che chiarisca il proprio percorso formativo.

Le domande di ammissione si differenziano in base:

Dovrà quindi superare un esame d’ammissione, come specificato nel Regolamento Attuativo di MEDEFitalia (cfr. art.3) sostenuto di fronte a una Commissione d’esame, quindi dovrà:

  • Attendere la comunicazione da parte di MEDEFitalia dell’istituzione della commissione d’esame e della data prevista per il suo esame
  • Sottoporsi alle prove d’esame (teorica, scritta e pratica)
  • Attendere la comunicazione da parte della Commissione d’esame di MEDEFitalia dell’esito dell’esame

In caso di mancato superamento della prova, il candidato riceverà adeguata documentazione che ne attesti le motivazioni. In questo caso ha due possibilità:

  1. presentare una nuova domanda d’ammissione e sottoporsi a un nuovo esame
  2. rifiutare il parere della Commissione d’esame e rivolgersi al Consiglio Direttivo tramite raccomandata A.R. per chiedere il riesame della sua prova da parte di un’altra Commissione d’esame (s’impegna tuttavia ad accettare il secondo parere)

In caso di superamento della prova, la commissione d’esame rilascerà una documentazione che attesta il risultato positivo e il Consiglio Direttivo invierà una comunicazione ufficiale al nuovo Socio professionista nella quale chiederà il suo impegno a rispettare tutte le regole presenti nello Statuto e nel Regolamento attuativo

Il nuovo Socio professionista, entro 30 giorni dalla comunicazione ufficiale di avvenuta delibera di ammissione a socio da parte del Consiglio Direttivo, s’impegna inoltre a:

  • versare la quota associativa;
  • far pervenire gli estremi della propria polizza assicurativa per la Responsabilità Civile (R.C.) obbligatoria per tutti i Soci MEDEFitalia, inviando copia della polizza via mail a segreteria@mediatoridellafamiglia.it oppure compilando e inviando sempre via mail i modelli di dichiarazione sostitutiva di certificazione ( autocertificazione RC professionale personale oppure autocertificazione RC professionale della struttura da utilizzare se il professionista non ha una sua assicurazione R.C. ma usufruisce di quella stipulata dalla struttura presso sui lavora);
  • far pervenire la dichiarazione sul trattamento dei dati, adeguatamente compilata e firmata;
  • far pervenire l’autorizzazione alla pubblicazione sul sito del proprio indirizzo email, adeguatamente compilata e firmata.

B) Ammissione tramite Commissione d’esame istituita dalla Scuola di Formazione in Mediazione Familiare riconosciuta da MEDEFitalia

Le Scuole di Formazione in Mediazione Familiare riconosciute da MEDEFitalia possono richiedere la partecipazione al loro esame finale di un Esaminatore MEDEFitalia.

L’Esaminatore MEDEFitalia partecipa all’iter valutativo dei candidati mediatori familiari delle Scuole di Formazione riconosciute da MEDEFitalia. La sua presenza costituisce la possibilità, per i candidati che ne facessero richiesta, di effettuare l’ammissione a MEDEFitalia contestualmente alla prova d’esame di secondo livello.

Il candidato socio professionista o la Scuola di Formazione dovrà provvedere al pagamento della quota d’esame prevista da questa specifica forma di ammissione a MEDEFitalia, pari al 50% della quota ordinaria.

Il candidato socio professionista si presenterà alla Commissione d’Esame della propria Scuola di Formazione e svolgerà l’esame nei modi e nei tempi definiti dalla scuola stessa.

L’ Esaminatore MEDEFitalia che partecipa alla sessione d’esame dovrà:

  • leggere la documentazione relativa ad ogni candidato inviata dalla Scuola di Formazione, ivi compresa la tesina finale, che la scuola dovrà far avere all’Esaminatore MEDEFitalia almeno 20 giorni prima dell’esame;
  • redigere una scheda valutativa per ogni candidato, da trasmettere alla Commissione d’esame di MEDEFitalia;
  • concordare con la Scuola di Formazione la possibilità di chiedere al candidato le motivazioni che lo spingono a iscriversi a MEDEFitalia o altre informazioni che ritenga utili alla valutazione.

Qualora, nel colloquio, l’esaminatore ritenesse il candidato non pienamente rispondente ai requisiti richiesti ad un Socio Professionista di MEDEFitalia, potrà richiedere un ulteriore colloquio integrativo con la Commissione d’Esame di MEDEFitalia nelle date previste per gli esami ordinari o altra data.

Al superamento dell’esame, l’Esaminatore MEDEFitalia rilascerà una documentazione che attesta il risultato positivo in due copie: una per il candidato professionista e l’altra per il Consiglio direttivo di MEDEFitalia.

Il candidato dovrà compilare la domanda di ammissione da inviare via mail al Consiglio Direttivo di MEDEFitalia, tramite la segreteria (segreteria@mediatoridellafamiglia.it ).

La domanda e l’attestazione del superamento dell’Esame serviranno al Consiglio Direttivo di MEDEFitalia di deliberare, nei modi e nei tempi descritti nello Statuto, l’ammissione a Socio.

Ad avvenuta deliberazione, il Consiglio Direttivo invierà una comunicazione ufficiale al nuovo Socio professionista nella quale chiederà il suo impegno a rispettare tutte le regole presenti nello Statuto e nel Regolamento attuativo.

Il nuovo Socio professionista, entro 30 giorni dalla comunicazione ufficiale di avvenuta delibera di ammissione a socio da parte del Consiglio Direttivo, s’impegna inoltre a:

  • versare la quota associativa;
  • far pervenire gli estremi della propria polizza assicurativa per la Responsabilità Civile (R.C.), oppure compilando e inviando sempre via mail i modelli di dichiarazione sostitutiva di certificazione che trova di seguito (il primo autocertifica i dati della RC personale, il secondo va utilizzato se il professionista non ha una sua assicurazione R.C. ma usufruisce di quella stipulata dalla struttura presso cui lavora);
  • far pervenire la dichiarazione sul trattamento dei dati, adeguatamente compilata e firmata;
  • far pervenire l’autorizzazione alla pubblicazione sul sito del proprio indirizzo email, adeguatamente compilata e firmata.

 Testo della procedura con autocertificazioni allegate